www.sit5.com

Il sito italiano che ti guida nel mondo dei palmari

 

 

 

 

Snappermail v.2

di Pierpaolo Usai

 

Introduzione
Abbiamo provato in anteprima per i lettori di SIT5 la nuovissima versione di SnapperMail
, il client di posta elettronica più completo per palmari PALM OS.

SnapperMail è un programma che ha visto la luce il 20 settembre 2002 ed e cresciuto sempre più fino a raggiungere un livello di completezza unico nel suo genere.

Panoramica
Le caratteristiche precedenti di SnapperMail
sono state migliorate ed è stato aggiunto il protocollo IMAP ma solamente nella versione Enterprise del prodotto.

IMAP è un protocollo di ultima generazione che permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica tramite il proprio computer utilizzando un client. Il client si collega al server ed invia o visualizza i messaggi. La differenza sostanziale con il POP3 è che consente di leggere e cancellare i messaggi tramite più client (condivisione con più utenti) direttamente dal server; ossia non bisogna scaricare i messaggi per poterli leggere. La gestione della posta elettronica è molto simile all'utilizzo di un newsgroup. Questa funzionalità è molto utile nel caso di account aziendali tipo Exchange o Lotus, ci offre la possibilità di organizzare sottocartelle del proprio account e molto altro.

E' possibile scaricare una versione dimostrativa trial che permette un valido test del programma. Il download avviene a partire dalla homepage della società al seguente link: http://www.snappermail.com.
 

Il presente tutorial è stato redatto con SnapperMail Premier Edition versione 2.0.2.01 Press Release (messo a disposizione per le recensioni il 02.06.2004) in quanto quello ufficiale sarà disponibile solamente da metà giugno 2004.

Le novità grafiche sostanziali rispetto alla precedente 1.9.2 sono le nuove icone dei messaggi, la possibilità di poter selezionare i messaggi in maniera non continuativa e la possibilità di gestire le cartelle in maniera più semplice mediante la visualizzazione ad albero.

Nelle versioni Enterprise e Premier è stata inclusa la possibilità di gestire la posta sulla scheda di memoria, rendendo quindi pressochè illimitata la possibilità di archiviazione dei messaggi (dipende chiaramente dalle dimensioni della scheda di memoria e dallo spazio residuo).

Abbiamo poi una gestione avanzata dei files allegati nativi, si possono visualizzare senza dover uscire dal messaggio. Al momento questa funzione è supportata da Documents To Go e dal gestore di immagini e suoni del Treo600.

E' infine possibile configurare l'autocancellazione dei vecchi messaggi, sono state inserite nuove visualizzazioni, inserita l'autenticazione SMTP supportata da CRAM-MD5, la firma è stata estesa fino a 2kb, possibilità di scegliere la posizione della firma (all'inizio o alla fine del reply) e la solita correzione di bug vari.

Nel file messo a disposizione per la recensione (circa 1,8 Mb formato ZIP), sono presenti due files PRC di cui uno con il solo programma, utile se si vuole installare sopra una precedente versione, mentre l'altro ben più corposo ha al suo interno un vero installer in modo da inserire 7 email esemplificative e contenenti i programmi di supporto già presenti nelle precedenti versioni di SnapperMail™.

 Una volta decompresso il file ZIP accediamo a due files che vediamo nel dettaglio:
SnapperInboxTourInstaller.prc: contiene il file di installazione di SnapperMail
con le email di esempio
SnapperMailprc: contiene il file di installazione di SnapperMail
™.
 

Installazione
L'installazione è semplicissima e si esegue come quasi tutti gli applicativi per i palmari Palm-OS. Un doppio click sul file SnapperInboxTourInstaller.prc aprirà lo strumento "installa_applicazioni" di Palmdesktop e con una nuova sincronizzazione verrà installato il nuovo client di posta.

Scegliendo questo file nel palmare troviamo un secondo installer che decomprimerà il PRC principale e installa il Demo Tour.

E' sufficiente fare TAP su "INSTALL Snapper" e avremo il nuovo programma disponibile.

Nel caso della mia installazione, essendo una versione PREVIEW, una volta rilevata la precedente installazione di SnapperMail, l'installer ha notificato la perdita di tutti i dati degli account e delle email. Spero che la versione ufficiale abbia la possibilità di importare tutti i dati... Facendo comunque un backup prima della installazione e ripristinando alcuni file, i dati degli account si possono recuperare.
Inserisco qui sotto alcuni screen:

    

In totale comunque l'installazione avviene molto velocemente.

Sul desktop
Terminata l'installazione, troverà posto sul desktop del launcher, in bella mostra di se, l'icona di SnapperMail
, la NUOVA icona di SnapperMail... una bella girandola bianca e azzurra....

 

       

 

Primo avvio
Questo è come appare il programma al primo avvio; si va' direttamente alla cartella "inbox" che contiene i già citati 7 messaggi di benvenuto che ci aiutano a conoscere meglio il programma.

Configuriamo un account
Prima di addentrarci con le caratteristiche del programma è necessario effettuare la configurazione degli account di posta elettronica. L'operazione da eseguire è semplicissima ma bisogna avere a portata di mano i parametri richiesti e cioè l'indirizzo del server POP3 o IMAP e di quello SMTP unitamente ai dati utente da inserire (user e password di accesso).

L'accesso a questi parametri ci viene dato dal menù "Accounts" che vediamo qui sotto:

Di default troviamo già inseriti due accounts ma nessuno di questi contiene dei parametri. Da questo menu quindi possiamo scegliere il comando "Edit" per poter modificare i dati inserendo quelli nostri.

Questa prima parte del menu "edit POP3 Account" si chiama Identity ed è composto da varie parti che vedremo nel dettaglio:
nella parte alta trova posto una riga dove inserire il nome da attribuire all'account. Normalmente viene messo il nome del provider che ci offre la mailbox oppure un identificativo ad indicare un account da lavoro. Nel caso in questione ho inserito il nome del provider Libero dal quale attingo la connettività principale per il palmare mediante connessione GPRS.
Subito sotto dobbiamo inserire il nome che vogliamo appaia a chi riceve le nostre email mentre in Email Address mettiamo il nostro indirizzo email e cioè quello che sarà usato per il reply dei nostri messaggi. Se però il reply lo vogliamo su un altro indirizzo, questo dovrà essere specificato nell'ultimo campo a disposizione (Reply To address) che è quindi un campo opzionale.
Troviamo in basso il pulsante "Signature..." che ci permette di impostare la firma per ogni messaggio

 

 

 

La signature o firma è il primo elemento nuovo che incontriamo. Esisteva infatti un limite alla quantità di dati inseribili. Tale limite con questa nuova versione di SnapperMail è stato elevato a 2 kb. Si può inoltre scegliere se inserire la firma in cima o in coda ad un messaggio di risposta mediante il combo di scelta visibile nella immagine qui a fianco.

 

 

 

 

 

 

La cartella "Server" contiene tutti i dati configurativi per accedere ai server della posta. In questo specifico caso ho inserito quelli per il provider Libero. Da notare che, nel caso di accesso al server di spedizione (SMTP) con la necessità di autenticazione password, è necessario compilare anche la parte bassa dei dati e cioè ripetere user e password anche per il server SMTP. Ricordate che il server SMTP per la spedizione deve essere lo stesso del provider che vi offre la connessione.

 

 

 

 

 

 

 

La cartella "Rules" permette di configurare i parametri relativi alla ricezione dei nuovi messaggi e la possibilità di salvare la posta inviata in una cartella della mailbox sul palmare mettendo la spunta su "Save a copy in Sent folder".

 

 

 

 

 

 

 

La prima voce "Receive" ci permette di impostare quanti messaggi vogliamo scaricare. Scegliamo tra 6, 12, 20, 30, 40, 50 o tutti i nuovi messaggi presenti nella mailbox.

 

 

 

 

 

 

 

 

La seconda voce "Receive" permette di impostare cosa scaricare di ogni messaggio. La scelta avviene in base a "dimensioni" espresse in kb, da 2 a 80 oppure l'intero messaggio comprensivo degli allegati. Questa funzionalità è stata modificata a partire dalla versione 1.7 di SnapperMail.

 

 

 

 

 

 

L'ultimo dato da inserire per quanto riguarda i messaggi in entrata è dove metterli, per meglio dire, in quale cartella inserirli. Possiamo scegliere di metterli nella Inbox o in una qualunque delle cartelle già presenti di default o, se preferiamo, creiamo una nuova cartella con "Edit Folders".

 

 

 

 

 

 

Con "More Mail Rules" impostiamo le regole per cancellare dal server i messaggi. Nel dettaglio:
1) When fully retrieved: quando è stato scaricato completamente nel palmare.
2) When moved to trash: quando il messaggio viene messo nel cestino.
3) When emptied from trash: quando viene svuotato dal cestino.
4) After XX days: trascorsi XX giorni.
Se non spuntiamo nessuna opzione i messaggi resteranno sul server.

L'ultimo comando in basso permette di spedire ogni email in copia nascosta all'indirizzo specificato.

 

 

E se volessi usare l'account con le impostazioni IMAP?

L'inserimento dei dati di un account IMAP è molto simile a quello POP3. Di seguito vediamo i parametri principali.

    

 

    

Nella maschera "Rules" troviamo le prime differenze. I server IMAP funzionano in maniera simile ai server dei Newsgroup per cui andiamo a parlare di "Sincronizzazione" (Sync). SnapperMail ci chiede di scegliere con quale frequenza sincronizzare i nuovi messaggio, impostando questo valore da 1 giorno fino a 1 mese indietro nel tempo, oppure tutti i messaggi.

 

 

 

 

 

L'impostazione "Receive" è del tutto simile a quella per l'account POP3, da qui infatti scegliamo se ricevere l'intero messaggio compresi gli allegati fino a scegliere solamente l'intestazione dei nuovi messaggi.

 

 

 

 

 

 

 

Get unread mail only, se spuntato, imposta il programma affinchè recuperi dal server solamente i nuovi messaggi NON letti.

Retain Ghost messagges, se spuntato, imposta SnapperMail affinchè mantenga una copia dei messaggi con tipologia Ghost. E' una nuova funzionalità di SnapperMail in pratica se impostato, anzichè cancellare un messaggio, lo rende nascosto e lo visualizza proprio come il classico "ghost" dei PC.

L'ultima voce, analogamente all'impostazione POP3, imposta SnapperMail per salvare nella cartella "Sent" una copia dei messaggi inviati.

Cliccando su "More Rules" impostiamo l'invio in copia nascosta di tutte le email uscenti.

Merita poi un po' di attenzione la scelta dell'account principale perchè è mediante questo che effettueremo i send dei messaggi.

La scelta viene fatta mediante "Compose new messages with:" come visualizzato nello screen qui a fianco.

 

 

 

 

 

 

 

 

Con questo abbiamo ultimato la fase di configurazione del nostro account e siamo pronti ad usare SnapperMail.

 

SnapperMail in tutto il suo splendore
A questo punto però cominciamo a vedere nel dettaglio le caratteristiche salienti del programma leggendo i messaggi che il programmatore (Will Lau) ha voluto inserire.

Il primo messaggio è una piccola presentazione del programma e lo useremo per scoprire due funzioni importanti di SnapperMail riguardanti la visualizzazione:

Lo screen sopra ci indica come vedremo il messaggio nel nostro palmare. E' presente la barra di scorrimento verticale per scorrere il testo del messaggio; troviamo poi una icona a forma di gessetto, se facciamo tap su questa, la stessa cambierà forma e diventerà una mano.

FingerNav mode

  


 

Con questo tipo di visualizzazione abbiamo una semplificazione nella lettura dei messaggi, si chiama "FingerNav" ed è particolarmente studiata per l'uso con i telefoni-palmari smartphone.

E' stata inoltre inserita una caratteristica sfruttabile con i palmari dotati di tastiera, in pratica delle scorciatoie.

Big message

  


SnapperMail
ci consente di ricevere ed inviare messaggi di qualunque dimensione, infatti non ha limitazioni per quanto riguarda i kb che compongono il messaggio, la limitazione di 32kb fino a 64kb che hanno alcuni applicativi tuttora in commercio. Questa particolarità è molto utile quando di devono ricevere messaggi contenenti relazioni o comunque degli scritti direttamente nel corpo del messaggio.
L'impaginazione del messaggio è pressochè immediata e non ho notato nessun rallentamento dovuto alle dimensioni del testo inserito..

Gli allegati
Merita un discorso più approfondito la gestione degli allegati.
L'uso della posta elettronica è diventato ormai un veloce metodo di scambio di messaggi ma anche di files; infatti credo che tutti noi abbiamo almeno una volta ricevuto o spedito in email una immagine, un documento di videoscrittura o un foglio elettronico. Dato che esistono varie suite "Office" per il palmare, è importante poter visualizzare o, perchè no, modificare o ancora stampare uno di questi documenti direttamente dal palmare. Se però il documento ce lo dimentichiamo in ufficio, l'unico modo per riceverlo è tramite la posta elettronica per cui ci serve la possibilità di poter ricevere correttamente l'allegato.

SnapperMail ci aiuta in questo offrendoci la possibilità di usare files "Office_nativi" senza perdere formattazioni e soprattutto i contenuti. Per fare questo si interfaccia con Documents To Go e vengono distribuiti in boundle i visualizzatori FREE di Excel e Word.

Ho fatto parecchie prove, sia con le versioni precedenti che con questa nuova e posso affermare che tutto funziona alla perfezione. Il mio palmare, un Tungsten T3, ha già preinstallato Doc To Go per cui non ho avuto modo di provare i visualizzatori in boundle.

 

 

 

 

   

 

    

Analogamente agli allegati di tipo "documento_office", è possibile ricevere allegati di tipo applicativo e persino zippati.

 

Continua>>>

 

 

 

Torna su

Copyright © 1998-2004 www.sit5.com, Filippo Zerboni, All rights reserved