www.sit5.com

Il sito italiano che ti guida nel mondo dei palmari

 

 

 

 

Connessione EPOC e computer MAC

di Paolo Esini

 

Come ben sa chiunque possegga un palmare Psion Serie 5 ed un desktop Macintosh, la possibilità di collegare le due macchine è estremamente ridotta. Ciò che manca, in buona sostanza, è un programma che riproduca in ambiente Macintosh le funzioni che PsiWin svolge in ambiente Windows (così come per il Serie 3/3a/3mx faceva PsiMac). Fino a che un programma del genere non verrà realizzato, è impossibile eseguire direttamente conversioni di files tra i due formati o sincronizzare l'Agenda e l'Emailer dello Psion con quelli del Macintosh.

 

Naturalmente è sempre possibile (ed è forse la soluzione più completa, anche se non proprio di semplice attuazione) utilizzare un emulatore Windows 95/98 per Macintosh, tipo SoftPC o VirtualPC, ed avviare con esso PsiWin per collegarsi con lo Psion. La soluzione richiede però macchine piuttosto spinte come processore e dotate di una buona scorta di memoria.

 

L'unica concreta possibilità di collegare direttamente le due macchine è costituita da un software commerciale che si chiama MacConnect, realizzato da Atelier Software (http://www.atelier-fr.com) che consente solo alcune funzioni basilari, ma importantissime, di puro trasferimento di file da una macchina all'altra, di backup dello Psion sul desktop e di installazione sullo Psion dei file .sis.  L'interfaccia è abbastanza accattivante, ed il programma viene fornito con un connettore che consente di collegare il cavo fornito con PsiWin alla porta seriale del Macintosh e di montare poi lo Psion come un disco (o due, se avete una CF Card) sulla scrivania del Mac. Gli ultimi modelli di Macintosh dall'iMac in poi non hanno porta seriale, ma solo due prese USB; per utilizzare il cavo è indispensabile quindi  un adattatore USB - seriale: di quelli in commercio funzionano sicuramente quello prodotto da Entrega e quello prodotto da Keyspan, ma probabilmente ve ne saranno anche degli altri (i primi iMac avevano una porta Irda che teoricamente dovrebbe poter essere usata per il collegamento con la porta Irda dello Psion, ma sinceramente non ho alcuna notizia che - a parte far sì che le due macchine si 'vedano' - un software per attuare materialmente il collegamento sia mai stato effettivamente realizzato).

 

Una volta collegate le due macchine, è possibile copiare files dall'una all'altra tramite il consueto Drag and Drop. E' possibile anche effettuare dei backup dello Psion sul Mac, con varie opzioni di periodicità e di selezione dei files da archiviare, ed installare direttamente sullo Psion i files .sis.

 

E', infine, teoricamente possibile collegare le due macchine tramite un connettore ed utilizzando la funzione Comms sullo Psion ed un emulatore analogo sul Mac, ma l'operazione (oltre che essere assai complicata) permette solo di collegare fisicamente i due computers, per cui anche in questo caso null'altro si potrebbe fare se non materialmente trasferire files dall'uno all'altro.  Purtroppo, come si diceva sopra, non è possibile effettuare conversione dei files da una piattaforma all'altra, per cui per poter fisicamente copiare i files da un formato all'altro sono necessari degli aggiustamenti a volte non proprio semplicissimi. Questi, ovviamente, cambiano da un'applicazione all'altra:

Torna su

Testi

E' possibile trasferire dei testi da una macchina all'altra trattandoli come files di testo semplici, ovviamente perdendo formati, impostazioni e tutto il resto. Il problema maggiore è che i due sistemi di editing dei testi utilizzano delle diverse convenzioni per la fine della riga, per cui per poter leggere un testo sull'altra macchina è prima necessario modificare questo formato. Per farlo conviene utilizzare delle utilities freeware distribuite sempre da Atelier, che si chiamano Mac to Five Extras, che consentono di effettuare il cambiameto semplicemente trascinando un documento .txt Psion sull'icona FiveToMac o, viceversa un documento di testo Mac sull'icona MacToFive. Le utilities possono essere scaricate dalla Home Page di Atelier. E' possibile anche effettuare il cambiamento manualmente utilizzando un programma di text-editing come Tex-Edit Plus: Per le conversioni Mac - Psion, usate il menu - Special / Quick Modify/ CRs -> LFs (Mac - Unix) Per le conversioni Psion - Mac, usate il menu - Special / Quick Modify / Strip LFs

Torna su

Fogli di calcolo

Al momento non è purtroppo possibile trasferire dei dati da un foglio di calcolo Psion in un foglio di calcolo per Mac (Excel, ClarisWorks, ecc.) e viceversa.

 

Database

E' possibile trasferire dei database da una macchina all'altra, ma il procedimento è abbastanza complesso. Si tratta, in buona sostanza, di esportare i dati da un database in formato testo, ed importarli poi in un database sull'altra piattaforma. Ovviamente anche in questo caso la diversa gestione dei caratteri " e degli a capo rende necessarie alcune operazioni supplementari. Posso comunque descrivere il procedimento che utilizzo io, e che per me ha sempre funzionato. Per prima cosa è necessario creare sulla macchina di destinazione un database vuoto che contenga lo stesso numero di campi e le stesse etichette di quello di provenienza (ovviamente impostando tutti i dati di natura e capienza del campo), dopo di che si procede in questo modo: Psion -> Mac Si apre il database Psion e si esportano i dati in un file di testo con le seguenti impostazioni (Ctrl+O dalla finestra di impostazione del nome del file cosý creato): _Text Qualifier: Double Quote_Label separator: Comma_Entry separator: End of line_Si copia il file di testo cosý creato sul Mac, lo si passa attraverso l'utility FiveToMac, e lo si importa sul programma database Mac (per me funziona con FilemakerPro) nel nuovo documento prima creato.__Mac -> Psion_Il procedimeto è quello inverso. Si esporta dal Database Psion in formato testo separato da virgole [Testo (Virgole) nel menu di FilemakerPro], si passa attraverso l'utility MacToFive, si copia sullo Psion e si importa in un  database creato con gli stessi campi e con le opzioni che ho riportato sopra. Tenete presente che questo sistema funziona solo se nei database di partenza non sono presenti all'interno di un campo degli a capo (come ad esempio se avete inserito tutto un indirizzo in un campo). In questo ultimo caso dovrebbe essere sufficiente, dopo aver esportato i dati nel file di testo, sostituire gli a capo con un carattere a scelta (ad es. ';') ed utilizzare poi lo stesso carattere al momento dell'inserimento nel database Psion nella finestra 'Entry separator'; è possibile che il problema si presenti anche per le conversioni in senso inverso, ma non ho mai avuto occasione di verificarlo. Non ho fatto alcun esperimento in materia, ma credo che la natura di ciascun campo (di testo, numerico, ecc.) nei due database non abbia alcuna importanza.

Torna su

Contacts

Il Series 5mx contiene anche il programma Contacts, che pur essendo simile al programma Database gestisce le informazioni in modo diverso, per cui non è possibile importare nel nuovo programma eventuali dati da altri programmi che non supportino lo standard vCard. In teoria potrebbe essere possibile importare eventuali dati in un file Database con il mezzo sopra descritto e poi importarli in Contacts con una delle numerose utilities realizzate a tale scopo. Non ho, però, effettuato personalmente alcuna prova in questo senso.

 

Agenda

Anche in questo caso, non è possibile convertire files di agenda dallo Psion al Mac o viceversa.

Torna su

Immagini

Vi sono dei programmi shareware di gestione immagini che consentono di visualizzare dei files .jpg, .gif o .BMP, e lo stesso Browser del Serie 5 può essere utilizzato a questo scopo per i files .jpg. E', comunque, possibile trasformare immagini di qualsiasi formato in immagini in formato .MBM nativo EPOC 32 usando un programma sharewae che si chiama Graphic Converter (lo potete trovare su http://www.lemkesoft.de). Ovviamente il procedimento inverso non è attuabile, dato che il formato .MBM utilizza solo una scala di 16 grigi.

 

Files sonori

E' possibile convertire file sonori dai formati più comuni (AIFF, WAVE, QuickTime) in formato EPOC 32 con un programma freeware che si chiama SoundApp. Lo si trova qui 

Paolo Esini paoloesini@tin.it

Credits : Pierpaolo Usai - S5online

Torna su

Copyright © 1998-2004 www.sit5.com, Filippo Zerboni, All rights reserved